“Questa città fa schifo”

Le strade come un bagno pubblico. Anche a due passi da corso Umberto

La segnalazione di una lettrice

Attualità
Molfetta martedì 05 giugno 2018
di La Redazione
Corso Umberto
Corso Umberto © molfettalive.it

C’è molto da fare per accrescere il senso civico della città. Lo pensano tutti, lo lamenta una nostra lettrice, che racconta un aneddoto verificatosi ieri nel centralissimo corso Umberto.

“Erano circa le 20 - racconta - e il passeggio lungo corso Umberto era nel pieno. Anche le panchine occupate dagli stessi utilizzatori di tutte le sere. È bello vedere che tale luogo è ritornato a essere il salotto della città.

O forse non è proprio così? E già. Ho assistito a una scenetta che mi sarei aspettata di vedere in paesi del terzo mondo. A una bimbetta di circa tre anni scappava la pipì e la nonna aiutata dalla mamma hanno agito in tal senso.

Dalla seduta della panchina in galleria Patrioti molfettesi la nonna ha simulato un WC tenendo sollevata la bimba dalle gambette e così la bimba si è liberata.... . Ovviamente la pozza davanti alla panchina con il fazzolettino usato per asciugare la bimba sono rimasti a terra.

Allora il papà ha versato uno spruzzo di acqua. Non ho resistito a questo comportamento incivile e quando ho spiegato loro cosa rappresentava dal mio punto di vista quello che avevo appena visto si sono giustificati dicendo perché i cani possono e i bimbi no???. Mi sono cadute le braccia.

Molfetta fa schifo a causa dei molfettesi. Nn ci sono speranze per questa città.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Donato Mongelli ha scritto il 06 giugno 2018 alle 20:09 :

    Mi trovo per lavoro vicino Salerno per quanto siano meridionali come noi non vedo ne una deiezione canina per strada ne un accumulo di rifiuti sotto luce del sole.stimo questa gente.Schifio Molfetta Rispondi a Donato Mongelli

  • Filippo Mastrototaro ha scritto il 06 giugno 2018 alle 09:57 :

    Mi pare che la nostra Lettrice abbia un po' esagerato... Si tratta pure di una bimba di 3 anni, non è mica un adulto e poi il papa' ha pure buttato un po' di acqua! l'unica cosa deplorevole è stato lasciare per terra il fazzoletto di carta... Rispondi a Filippo Mastrototaro

  • salvatore Azzollini ha scritto il 05 giugno 2018 alle 16:58 :

    La risposta che ti hanno dato, in pratica è stata detta...loro educano i loro figli come se fossero degli animali, puoi ben pensare dove andremo a finire con questa gioventù !!!!!!!!!!!!!!!!! Rispondi a salvatore Azzollini

  • Angelantonio Spagnoletta ha scritto il 05 giugno 2018 alle 14:06 :

    È propri così. Molfetta è un paese di incivili, e la amministrazione pubblica non fa nulla per contenere o migliorare il senso civico. La sporcizia è l'incivilta' è dilagante purtroppo0 Rispondi a Angelantonio Spagnoletta

  • Pinuccio delle Bombole ha scritto il 05 giugno 2018 alle 12:32 :

    Come si fa a dare torto alla signora? I cani possono e gli umani no? Io non avrei saputo replicare, a meno che non fossi certo che i proprietari dei cani non la fanno franca Rispondi a Pinuccio delle Bombole

  • Nino Prisciandaro ha scritto il 05 giugno 2018 alle 10:15 :

    Probabilmente la Sig.ra NON è Mai stata mamma o Nonna, non ha Mai accudito i bambini,bisogna dare atto che il padre della bambina ha educatamente e consapevolmente versato una bottiglia di acqua per far defluire la pipì della figlia mentre il 99% di coloro che portano i cani a passeggio nulla fanno per le pipì dei loro animali,la prossima volta ai bambini che hanno bisogno di effettuare i loro bisogni fisiologici bisogna dire fatevela sotto perchè c'è qualcuno che s'indigna se un bambino o bambina fa i propri bisogni impellenti per strada e il genitore versa acqua pulendo Rispondi a Nino Prisciandaro

  • donato panunzio ha scritto il 05 giugno 2018 alle 05:52 :

    è successo anchw a me in zona lungomare è la risposta è stata leggermente diversa, ovvero, la pipi dei bambini è acqua santa al che stizzito risposi solamente che io nn avrei mai attinto le mie mani per il segno della croce poi andai via perchè da quella gente nn sai mai cosa aspettarti Rispondi a donato panunzio