In scena Corrado la Grasta

"Non a Caso. La mafia in Puglia non esiste" domenica lo spettacolo del Teatro dei Cipis

Appuntamento alle ore 21 in piazza Immacolata. In scena anche il racconto della tragica fine di Gianni Carnicella

Cultura
Molfetta martedì 03 luglio 2018
di La Redazione
Non a Caso. La mafia in Puglia non esiste
Non a Caso. La mafia in Puglia non esiste © n.c.

Domenica 8 luglio alle ore 21 in piazza Immacolata grazie alla volontà dell' Amministrazione Comunale e alla disponibilità della comunità e del Parroco della Parrocchia Immacolata, don Nico Tempesta, in collaborazione con il Presidio Libera di Molfetta "Gianni Carnicella", andrà in scena il nuovo lavoro del Teatro dei Cipis: "NON A CASO. La mafia in Puglia non esiste" liberamente ispirato al libro "Non a caso" a cura di Daniela Marcone, edizione La Meridiana. Lo spettacolo vedrà in scena Corrado la Grasta, Gaetano Ciccolella, Margherita Calò, Adriana Giancaspro, Rosanna Rana, Sabina Dell'Acquila e con gli arrangiamenti musicali del Maestro Paquale Turturro.

La mafia non esiste. E’ una musica che abbiamo già sentito.

La mafia pugliese non esiste. Un ritornello fastidioso che non corrisponde a verità.

Purtroppo, con il passare degli anni, la musica non è cambiata e la Puglia si trova ancora a combattere contro le criminalità organizzate e l’indifferenza della gente che tende a minimizzare tutti gli episodi più neri delle cronache locali. Ma la musica deve cambiare, è necessario parlare della mafia pugliese, raccontarla così come è, radicata alla terra di Puglia e assolutamente non sconfitta.

Attraverso la musica e la narrazione, vuole arrivare all’ orecchio di tutti, vuole suonare come musica che annienta il frastuono dell’omertà.

Non siamo in Sicilia, non siamo in Calabria o in Campania, ma siamo nella bellissima e solare Puglia, luogo di vacanza e di turismo, dove la gente è accogliente, il cibo è buono e il mare è una favola.

Tutto questo è vero, ma è altrettanto vero che anche nella nostra straordinaria terra la mafia esiste e tanti sono gli uomini e le donne di Puglia che si sono ribellati alla mafia.

E’ doveroso e necessario, raccontare le storie Marcella Di Levrano, di Alberto De Falco e Antonio Sottile, di Giovanbattista Tedesco, Giuseppe Mizzi, Michele Fazio e Gaetano Marchitelli , di Francesco Emanuele Marcone e Hyso Telharaj, per comprendere la geografia delle organizzazioni mafiose pugliesi, e per spiegare a tutti, soprattutto a noi pugliesi, che accanto alla bella cartolina turistica della nostra terra, esiste un’altra cartolina, dolorosa, fatta di sangue e traffici illeciti, che colpisce tutti noi e che dobbiamo avere il coraggio di vedere, perché solo con la consapevolezza si può combatterla.

In scena ci sarà anche la storia di Gianni Carnicella, sindaco di Molfetta, ucciso sulle scale del Palazzo Comunale. Importante raccontare alle nuove generazioni la scelta di un Amministratore coraggioso, una pagina buia della nostra città, che ha segnato per sempre la nostra comunità

Con un quartetto di sax, Corrado la Grasta darà vita ad un concerto-spettacolo in cui si racconteranno le vittime dirette e indirette della Mafia Pugliese.

Lascia il tuo commento
commenti