Per il tecnico Palomba e i giovani atleti è un grande momento di formazione e soprattutto confronto con tecniche, allenamenti e avversari di varia caratura

“To be come a champion”, un mantra per la Polisportiva Libertas Molfetta

To be come a champion è uno stage di organizzato dalla Federazione Italiana di Lotta a cui partecipano giovani atleti dai 13 ai 16 anni

Altri Sport
Molfetta giovedì 05 luglio 2018
di La Redazione
Libertas Molfetta
Libertas Molfetta © n.c.

To be come a champion è uno stage di organizzato dalla Federazione Italiana di Lotta a cui partecipano giovani atleti dai 13 ai 16 anni e che si svolge annualmente nella prima settimana di luglio a Faenza, uno dei centri tecnici nazionali.

Visto il periodo positivo che la lotta olimpica sta vivendo a Molfetta, riscuotendo parecchio successo sia in termini agonistici che di prestigio, non poteva mancare a questo stage la Polispotiva Libertas Molfetta con 7 atleti, quasi tutti medagliati agli ultimi campionati nazionali, tra cui i tre vincitori dell’ultimo Gran premio Giovanissimi. La rappresentativa molfettese costituita da Francesco Palomba, Walter Brattoli, Mirko De Nichilo, Giuseppe Palmiotti, Martino Piliero, Samuel Floro e Giuliano Spaccavento, è stata accompagnata dall’insegnate tecnico della storica società molfettese, Giuliano Palomba, che nell’occasione è stato anche convocato come tecnico federale per gestire e coordinare gli allenamenti della lotta libera.

Per il tecnico Palomba e i giovani atleti è un grande momento di formazione e soprattutto confronto con tecniche, allenamenti e avversari di varia caratura, con i quali confrontarsi in un momento sportivo di crescita continua a livello sportivo ma anche caratteriale. Un collegiale che deve rappresentare un ulteriore tassello nella formazione dei ragazzi ed un momento di prestigio anche per l’allenatore Palomba.

To be come a champion è anche e soprattutto un mantra che sta infiammando in generale la Polisportiva Libertas Molfetta, che ha sta mettendo le basi per un futuro fatto di giovani e meno giovani campioni nelle varie discipline sportive che vengono praticate dalla società molfettese, medaglia d’oro al merito sportivo Coni.

Sempre nella lotta libera va ricordata la partecipazione dal giovane Giuseppe Sgherza al campionato europeo Esordienti svoltosi a Gyor in Ungheria il 15-17 giugno scorso, come anche le vittorie nella Cultura fisica alla FNBB Italian Cup svoltasi a Napoli lo scorso 24 giugno, dove la giovane Rosanna Francesca Germinario e il veterano Vittorio Caputi si sono aggiudicati le vittorie nelle rispettive classi di età e peso. Un lavoro di quasi un anno, programmato e seguito dall’allenatore Gianfranco Tarantini, che tanti atleti ha portato alla vittoria nella Cultura fisica. I due atleti molfettesi nonostante il caldo hanno continuato ad allenarsi e gareggiare praticamente ogni due settimane primeggiando anche il 27 maggio al campionato italiano MSCF e il 10 giugno al Gran Prix Italia di Cultura fisica, confrontandosi continuamente con atleti di spessore elevato e portando a casa successi meritati e di prospettiva per il movimento locale.

A completare una brillante stagione sportiva fatta di notevoli successi, anche le basi per un nuovo percorso sportivo avviato nel karate federale locale, sotto la guida del Maestro Giovanni Mastropierro che ha portato il giovane Antonio Coppolecchia a ben due convocazioni a stage federali con la nazionale italiana e a partecipare ai campionati nazionali per squadre regionali in rappresentanza della Puglia.

Lotta Olimpica, Karate, Ju Jitsu, Judo, Pesisitica e Cultura Fisica, un insieme variegata di discipline svolte dalla Polisportiva Libertas Molfetta che chiude una stagione ricca di successi e che si ferma giusto qualche settimana prima di avviare per la stagione 2018-2019 un nuovo percorso sportivo-agonistico con un unico obiettivo…To Be Come A Champion!

Lascia il tuo commento
commenti