La storia

Fabrizio D'Elia nuovo preparatore atletico della nazionale under 17 di volley

Il molfettese trapiantato in Sardegna torna nel mondo del volley, sua storica passione. E il bagaglio di esperienze si arricchisce

Volley
Molfetta mercoledì 07 marzo 2018
di Angelo Ciocia
Fabrizio D'Elia
Fabrizio D'Elia © n.c.

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi finiscono.

E così la valigia di Fabrizio D'Elia si arricchisce di una nuova esperienza. La nuova nomina per il molfettese trapiantato in Sardegna è di prestigio: Preparatore Atletico della nazionale italiana di volley under 17 maschile.

"Per me rappresenta un altro traguardo significativo del mio percorso sportivo; è innegabile che provo una grandissima soddisfazione e gratificazione professionale perchè si tratta di una nazionale e per chi fa sport è sempre la massima aspirazione - è l'esordio di Fabrizio d'Elia, che continua - Seppur mi occupo anche di calcio, non ho mai e dico mai abbandonato seppur per un giorno la mia passione per il volley, per cui non si tratta di un ritorno ma di una naturale prosecuzione di una passione che ho conosciuto a 13 anni e non ho mai perso per strada".

D'Elia e il volley una passione. D'Elia e i giovani una certezza. "Per me lavorare con i giovani è sempre motivo di grande soddisfazione, se non altro perchè si ha l'opportunità di incidere nella loro formazione non solo dal punto di vista prettamente sportivo, ma anche sotto profilo umano, mentale e formativo. Sono fiero ed orgoglioso di essere stato individuato dalla Federazione Italiana Pallavolo come una risorsa in grado di operare con i giovani aiutandoli nel loro percorso di crescita".

Crescita per i giovani. Ma crescita per se stesso. E il viaggio di D'Elia si arricchisce. Con un'isola nel cuore, la Sardegna. Con una città, Molfetta, dentro. E con una valigia che si arricchisce di una nuova esperienza. E si colora di azzurro.

Lascia il tuo commento
commenti