La storia di Franco de Florio e le sue esperienze con la Pallavolo Molfetta nel cuore

Franco de Florio e il volley: un diario di vita

Decano del volley molfettese: prima atleta, poi allenatore, infine commentatore

Volley
Molfetta mercoledì 28 marzo 2018
di Angelo Ciocia
Franco de Florio, commentatore delle gare casalinghe della Pallavolo Molfetta in Superlega
Franco de Florio, commentatore delle gare casalinghe della Pallavolo Molfetta in Superlega © n.c.

"A pallavolo non ho cominciato a giocare prestissimo come oggi fanno i nostri ragazzi, ma solo al primo liceo, a 14 anni circa, dopo un breve passato in atletica come velocista e saltatore in lungo. Ma dopo aver provato a giocare a pallavolo al liceo, il gioco di squadra, ma soprattutto questo gioco di squadra mi ha affascinato e non l'ho più mollato".

Una dichiarazione d'amore verso lo sport per cui ha passato e passa tanto tempo palestra. Nella settimana santa, nella settimana della passione di Cristo, ecco la dichiarazione d'amore di Franco de Florio verso il suo sport. Verso la pallavolo. Nei confronti della sua passione.

"Al secondo anno andai in prima squadra e da lí sono rimasto giocatore della Pallavolo Molfetta per più di 15 anni. Ci sono tanti episodi da ricordare nei campionati di Serie C Nazionale,in cui ho girato mezza Italia - Riavvolge l'album dei ricordi, Franco de Florio, che racconta una aneddoto della sua carriera in biancorosso - Giocavamo a Gaeta in un pallone tensostatico sul mare, era umidissimo e si scivolava per la condensa. Ero capitano, sull' 1-1 e dissi all'arbitro che era troppo pericoloso continuare a giocare. L'arbitro mi ascoltó. La partita fu interrotta, e insieme al loro capitano ed ai dirigenti, andammo a vedere altre palestre idonee a continuare a giocare. Trovammo una palestra a Formia. Riprendemmo dall'1-1 e vincemmo 3-2".

Una pallavolo diversa, quella dell'aneddoto di Franco de Florio. Ma anche un ruolo diverso. Maglia numero 11 sulle spalle, stemma della Pallavolo Molfetta sul petto. A distanza di tantissimi anni lo stesso è sempre lì, sul petto. La maglia numero 11 nel cassetto. Ma ecco spuntare la felpa e la tuta. Accompagnate dalla cartellina. E da un nuovo incarico, l'allenatore.

"Il grado di "aspirante allenatore" lo presi all'Isef Urbino nel 1980 e da allora alleno. prima alternandomi al ruolo di giocatore, poi, finita la carriera di giocare, ho solo allenato. Sono arrivato a livello di Serie B sia con il maschile che con il femminile. E grandi soddisfazioni ho ottenuto nei settori giovanili, vincendo campionati, sempre in squadre, come Molfetta, che ha sempre preso solo giocatori del posto. E' il pensiero di Franco de Florio, allenatore del settore giovanile della Pallavolo Molfetta con cui ha vinto un titolo Under 18 provinciale, che continua - Potrei dire di quale campionato vinto vado più fiero, ma preferisco ricordare più i "gruppi" che ho allenato che spesso mi danno grandi soddisfazioni non solo ma anche e soprattutto umane. E non è una cosa facile, non ho quasi mai lavorato sui "migliori", ma me li son dovuti "costruire", ma quando poi hai risultati è bellissimo. Voglio anche ricordare il ruolo dei genitori nel settore giovanile".

Genitori con cui si rapporta quotidianamente, visti i "canterani" della Pallavolo Molfetta allenati proprio dal decano del volley nostrano Franco de Florio. Proprio con i baby biancorossi, ecco l'ultimo capolavoro di Franco de Florio: in Under 14 provinciale, 14 vittorie in altrettanti match e il Venerdì Santo, lui e la sua banda terribile si giocheranno la finale provinciale, ormai certi anche del prosieguo del campionato nella fase regionale.

Svelate le due vesti di Franco de Florio, eccone una terza. Il commentatore tecnico delle gare della sua Pallavolo Molfetta. Il tecnico molfettese ha prestato la sua voce a TeleSveva prima, a Sportube poi, commentando le gesta della Pallavolo Molfetta nel massimo campionato nazionale.

"Nell'ultima partita del campionato di B1 mi chiesero se volessi andare a commentare la partita che, se vinta, ci avrebbe portato in A2. Accettai. Vincemmo la partita ed io da allora sono rimasto il commentatore tecnico delle partite, affiancato poi da Paolo Pisani alla telecronaca, per 2 anni in A2 e 4 in A1 Superlega. E' l'inizio del terzo atto della carriera di Franco de Florio in biancorosso, che continua raccontandoci le esperienze e le amicizie nate con le cuffie da commentatore - Una bellissima esperienza che mi ha permesso di conoscere tanti personaggi di questo sport, in ogni settore. Da qui è nata una bella amicizia con Manuel Cicchello, nostro ex-coach, ora a Siena, e con Franco Bertoli, il più forte giocatore dei miei tempi,conosciuto quando venne a Molfetta come allenatore del Genova in A2,ed attuale Consigliere Federale".

Amicizie costruite nei campi come giocatore. Poi come allenatore verso i suoi colleghi o i genitori. Poi verso i grandi del volley nazionale. Ma la realtà resta un'altra. Franco de Florio, a Molfetta, è l'amico di tutti coloro che amano la pallavolo. Franco de Florio, a Molfetta, è un caro amico della pallavolo. La sua passione.

Lascia il tuo commento
commenti